Home SerieA colpo d'occhio A colpo d’occhio: riconoscere Atena nelle opere d’arte

A colpo d’occhio: riconoscere Atena nelle opere d’arte

by rapsodiamitologica
940 views

Oggi ti parlerò dell’iconografia e di come potrai riconoscere a colpo d’occhio Atena, signora dell’intelligenza.

Atena è ampiamente raffigurata

Atena è la Dea delle polis, delle arti e dei mestieri, dell’intelletto, ma anche della battaglia o, per meglio dire, della battaglia strategica.

Per questa ragione può essere associata e contrapposta ad Ares, che invece della guerra rappresenta il lato più violento e brutale.

Combattimento di Ares contro Atena, Jacques-Louis David, 1771, Museo del Louvre.
Combattimento di Marte contro Minerva, Jacques-Louis David, 1771, Museo del Louvre.

Atena è presente in un enorme numero di miti, leggente e culti, che hanno prodotto svariate opere d’arte, quindi è facile vederla nelle opere a tema mitologico.

I numerosi scontri fra Atena e Poseidone

Non di rado Atena viene raffigurata mentre interviene a protezione di mortali che sono riusciti a destare la sua ammirazione o la sua pietà, anche a costo di schierarsi contro qualche altro Dio.

Come ti ho già raccontato qui, ad esempio, questo è il caso di Coronis, trasformata da Atena per sfuggire alle avances di Poseidone.

Atenae le muse, Hendrick van Balen, 1630, Wilanow Palace
Minerva e le Muse, Hendrick van Balen, 1630, Wilanow Palace, Varsavia

Proprio con Poseidone Atena ebbe molti diverbi, compreso quello per il patronato sulla città di Atene.

Non è raro, quindi, trovare opere che mostrano questa contrapposizione, che vede Atea e Poseidone sottoporsi coi loro doni al giudizio di Zeus o dei mortali.

Atena si presenta con la pianta dell’ulivo, mentre Poseidone con il cavallo.

La disputa per Atene di Nettuno e Atena, Merry-Joseph Blondel, 1781, Louvre, Parigi
La disputa per Atene di Nettuno e Atena, Merry-Joseph Blondel, 1781, Louvre, Parigi

Non bisogna, tuttavia, fare l’errore di dimenticare che Atena sa essere benevola, ma è altrettanto implacabile e vendicativa quando viene oltraggiata: basta guardare ai miti di Aracne e Pelagso, di cui ti ho già parlato qui.

Come riconoscere Atena

Molti eroi furono protetti o aiutati da Atena: tra i suoi preferiti figurano Ercole e Ulisse, ma l’aiuto di Atena si ritrova anche nelle vicende degli argonauti, di Teseo o di Perseo contro Medusa.

Infatti, sullo scudo di Atena puoi riconoscere la testa della gorgone.

Caterina la grande nelle vesti di Atena
Caterina la Grande nelle vesti di Atena, Jean-Pierre-Antoine Tassaert, XVIII secolo, museo dell’Ermitage, San Pietroburgo

Gli artisti spesso rappresentano Atena in piedi con indosso il peplo, un abito tipico femminile che esalta austerità e portamento.

In contrapposizione a questo indumento femminile, Atena è quasi sempre armata e bardata: porta con se la lancia, l’elmo, lo scudo.

Un altro suo attributo tipico è l’indistruttibile Egida, rappresentata sotto forma di mantello o pettorale. L’egida fu realizzata con la pelle della capra Amaltea, di cui ti ho parlato nel primissimo articolo di Rapsodia Mitologica.

Ad Atena sono anche associati la civetta, simbolo di saggezza, e la pianta d’ulivo, simbolo di pace, dono che fece agli Ateniesi che in cambio le dedicarono il nome e il tempio della loro città.

Sui vasi a figure nere è frequentemente rappresentato il mito della sua nascita, con Atena che esce fuori direttamente dalla testa di Zeus.

Anfora raffigurante la nascita di Atena, pittura a figure nere IV secolo dopo cristo circa, Museo del Louvre, Parigi
Anfora raffigurante la nascita di Atena, pittura a figure nere IV secolo dopo cristo circa, Museo del Louvre, Parigi

Se vuoi imparare a riconoscere altri Dei, torna indietro all’articolo sull’iconografia per trovare l’indice.

Potrebbe interessarti anche