Home Articoli Sette curiosità su Zeus

Sette curiosità su Zeus

by rapsodiamitologica
1133 views

Oggi sono qui per svelarti sette curiosità e aneddoti su Zeus, il signore dell’Olimpo!

Curiosità n° 1 : Dio padre, non creatore

Zeus viene definito già da Omero come “padre degli uomini e degli Dei”: non è considerato una divinità creatrice, ma una divinità padre.

Re e padre degli Dei, Dio dei Re e dei governanti, della legge, protettore dello Stato in quanto tale e delle varie forme di assemblee e governi.

Nella sua sfera rientrano anche l’ospitalità, i giuramenti e le leggi, ad egli non è imputata la creazione del cosmo, ma la sua amministrazione.

Giove e Cerere, Domenico Maria Viani, 1701 , Akademie der bildenden Künste, Vienna

Curiosità n ° 2 : Zeus venne nascosto e protetto dal padre per tutta l’infanzia

Zeus visse la sua infanza nascosto dal padre, Crono, che divorava tutti i suoi figli appena nati.

Questo perchè il Titano era a conoscenza di una profezia che vedeva in uno dei suoi figli colui che l’avrebbe scalzato dal suo trono. Zeus, ultimo di sei fratelli, fu salvato da Rea che diede a Crono una pietra da ingoiare al posto suo.

La madre lo nascose poi in una grotta a Creta.

Gea e Rea vi misero a protezione i Cureti, divinità minori e cortigiani di Rea. Questi, con il battere delle loro spade contro gli scudi, impedivano a Crono di udire i vagiti di Zeus.

Ad allattare il piccolo Dio fu la capra Amaltea.

Se vuoi approfondire questo argomento, clicca qui!

L’infanzia di Zeus, Nicolas Poussin, 1638 ca, Dulwich Picture Gallery, Dulwich

Curiosità n° 3 : Zeus è fra gli antagonisti di God of War

Zeus è fra gli antagonisti principali della famosissima serie di videogiochi God of War.

Nel secondo titolo della serie è capace anche di uccidere il protagonista Kratos, tradendolo.

Riportato in vita da Gea, Kratos riesce a tornare indietro nel tempo e vendicarsi.

La morte di Zeus provoca il ritorno dell’antica grecia al Caos Primordiale.

Zeus nel videogioco God of War II
Zeus nel videogioco God of War II

Curiosità n ° 4 : Il suo nome è all’origine della parola “Dio”

Nel parlare di Zeus bisogna parlare anche del suo nome.

Zeus, infatti, è uno dei nomi anomali del greco antico, ossia un sostantivo che nella sua declinazione mostra variazioni.

Il nome Zeus, infatti, si declina come Zeus (ὁ Ζεύς), Dios (τοῦ Διός), Dii (τῷ Διί), Dia (τὸν Δία), Zeu (ὦ Ζεῦ).

Questa declinazione particolare trova origine nella radice della parola, derivata dall’indoeuropeo *Dieus, termine che rappresenta la divinità legata alla luce, ma anche al cielo e alla pioggia.

È proprio da questa radice che deriva anche il latino “Deus”, e da lì anche l’italiano “Dio”.

Un disegno di Zeus (Giove) realizzato da Jacopo Guarana nella seconda metà del 1700
Un disegno di Zeus (Giove) realizzato da Jacopo Guarana nella seconda metà del 1700

Curiosità n ° 5 : Zeus ebbe anche amanti maschi

Zeus è famoso per le sue numerose relazioni con Dee, Ninfe e Mortali, che diedero inizio ad alcune tra le più grandi Dinastie greche.

Sarebbe impossibile elencare tutte le sue amanti in un solo post: la mitologia ne riporta più di ottanta!

Fra questo stuolo di donzelle, Zeus ebbe anche un amante maschio, il bel principe dei troiani Ganimede che il Dio rapì trasformandosi in un acquila, per porlo nell’Olimpo a fare da coppiere agli Dei.

Zeus e Ganimede, Correggio, 1531-32 circa, Vienna, Kunsthistorisches Museum
Zeus e Ganimede, Correggio, 1531-32 circa, Vienna, Kunsthistorisches Museum

Curiosità n ° 6 : Zeus era il padre biologico di Elena di Troia

Fra le figlie femmine di Zeus si contano due delle “femme fatale” più conosciute della mitologia greca: Clitennestra e Elena, nate dall’unione di Zeus e Leda, che il Dio sedusse trasformato in un cigno.

Entrambe queste fanciulle avrebbero avuto un ruolo importante nella guerra di Troia: Clitennestra era moglie di Agamennone, Elena sarebbe stata la miccia che avrebbe fatto scoppiare il conflitto.

Dei tanti che subirono ripercussioni per essere nati figli illegittimi di Zeus, queste due fanciulle fanno eccezione: Elena e Clitennestra furono infatti maledette non da Era, come tanti loro fratellastri e sorellastre, ma da Afrodite.

E questo non per le azioni del loro padre divino ma bensì di quello mortale!

Infatti Tindaro, re di Sparta e marito di Leda, aveva dimenticato di onorare la Dea dell’Amore durante un sacrificio.

Oltraggiata, questa maledisse tutte le sue figlie a una sorte infelice, che le avrebbe viste obbligate a giacere o a sposare più di un uomo.

Elena di Troia, Rossetti, 1863, Museo d'arte di Amburgo
Elena di Troia, Rossetti, 1863, Museo d’arte di Amburgo

Curiosità n ° 7 : Zeus procreò cinque volte con donne della genealogia Argiva

Zeus influenzò almeno quattro volte la genealogia Argiva, cinque se consideriamo i discendenti di Perseo.

Dapprima, Zeus generò Epafo con Io.

Re Epafo sarebbe diventato bisnonno di Europa, cui Zeus si unì dando alla luce Sarpedonte, Radamanto e il mitico re Minosse.

Cugina di Minosse e nipote di Europa è Semele, che con Zeus concepì Dioniso.

Al ramo argivo appartiene anche Danae, con cui Zeus avrebbe generato Perseo.

A sua volta, Perseo era nonno sia di Anfitrione che di Alcmena, la mortale che il padre degli Dei avrebbe sedotto per generare Ercole.

Giove e I, Correggio, 1532-1533, Kunsthistorisches Museum, Vienna.
Giove e I, Correggio, 1532-1533, Kunsthistorisches Museum, Vienna.

Potrebbe interessarti anche