Home Articoli Cosa sono i Kami?

Cosa sono i Kami?

by Ecate
1416 views 4 minuti read

In Giappone, uno dei culti ancora ad oggi più diffusi è lo Shintoismo (o scintoismo), religione basata sulla venerazione e il ringraziamento dei Kami.

A metà fra religione e filosofia, lo shintoismo permea coi suoi precetti ed insegnamenti la quotidianita del giapponese, cosi come nei momenti celebrativi, influenzandone pesantemente lo stile di vita e la percezione dell’individuo nella societa’.

La parola Shintoismo deriva dal giapponese Shindo, che tradotto significa letteralmente “la Via dei Kami”.

Cosa sono, quindi, i Kami?

Spiriti e guardiani, i Kami sono forze in tutt’uno col mondo.

Possono nascere da un evento naturale, da un oggetto, da un luogo, da un animale e persino dall’anima di un defunto.

Essi sono al tempo stesso creati e creatori della forza che li genera: un Kami puo’ essere creato da un fiume cosi come un fiume potrebbe essere creato dal Kami.

Amaterasu, tra i Kami è quella associata al sole

In entrambi i casi, spirito e elemento naturale coesistono e sono due immagini della stessa entita’.

Se il Kami morisse, si prosciugherebbe il fiume e se ad esempio il fiume venisse inquinato, è l’entità ad esso legato che potrebbe soffrirne.

Quindi i Kami sono gli Dei dello Shintoismo?

Sebbene spesso si faccia questo paragone, per aiutare noi occidentali a comprendere cosa siano i Kami, questi non devono essere considerati vere e proprie divinità.

Rispetto agli Dei occidentali, come quelli del Pantheon greco-romano o alle grandi religioni Monoteiste, il Kami mantiene quindi un rapporto più simbiotico che sopra elevato rispetto al mondo che lo circonda.

Ryujin, Kami del mare, appare sotto forma di drago.

Essi non condividono con gli Dei occidentali anche altri attributi tipici della divinità: non sono onniscenti, onnipotenti e non hanno potere di creare e distruggere tutto cio’ che vogliono con la sola volontà.

Inoltre non hanno neanche rapresentazione fisica, e più di rado si possono trovare opere che li rappresentano: senza dubbio, sono privi di un’iconografia precisa come quella degli Dei greci!

Un’altra cosa che lo shintoismo non pratica e’ l’osservanza di una lista di comandamenti.

 Izanami e Izanagi sono i Kami della creazione e della morte
Izanami e Izanagi sono i Kami della creazione e della morte

I Kami e il rispetto

I Kami e gli spiriti degli Antenati sono coloro che guidano il Fedele senza chiedere l’osservanza di regole strette, ma semplice e genuino rispetto.

Poichè ogni cosa potrebbe nascondere un Kami, questa cultura del rispetto permea ogni aspetto della vita del fedele.

Il santuario di Itsukushima Shrine, dell'isola di Itsukushima (baia di Hiroshima), fu costruito negli anni '50 e sono in acqua anzichè sulla terra per non danneggiare il Kami dell'isola.
Il santuario di Itsukushima Shrine, dell’isola di Itsukushima (baia di Hiroshima), fu costruito negli anni ’50 in acqua anzichè sulla terra per non danneggiare il Kami dell’isola.

Rispetto inteso come pulizia, ordine, cura dell’ambiente ma anche del modo di rapportarsi col prossimo, che diventano uno dei cardini dello stile di vita giapponese.

Ed essendo questo tipo di fede intimamente legata al pensiero e allo stile di vita giapponese, il confine fra credo e superstizione è labile, se non inesistente: mostri, spiriti maligni, fantasmi e creature fantastiche popolano i racconti shintoisti e sono alla base del folklore giapponese.

Per questa ragione, ancora oggi esistono santuari Shintoisti costruiti per tenere a bada gli Yokai, creature mitologiche e spesso malefiche.

Per approfondire

Se ti interessa l’argomento, ecco qui alcune opere in lingua italiana che potresti trovare interessanti per approfondire:

/ 5
Grazie per aver votato!

Potrebbe interessarti anche