Home Articoli Il Capodanno giapponese ad Oga

Il Capodanno giapponese ad Oga

by Lyssa
394 views

Una vecchia leggenda di capodanno

Città di Oga, Provincia di Akita, nord del Giappone. Qui la notte di Capodanno assume colori sovrannaturali quando, accompagnati da urla animaleschi, i Namahage invadono le strade.

Una vecchia leggenda narra che i Namahage, esseri demoniaci, arrivarono ad Oga nell’87 a.C. per mano di un imperatore cinese e che razziarono la città privandola delle coltivazioni e rapendo le loro donne.

Gli abitanti di Oga riuscirono ad ingannare i Namahage dicendo loro che se fossero riusciti a costruire in una notte una scalinata di mille scalini, avrebbero fornito loro cibo e giovani donne ogni anno, ma in caso di fallimento avrebbero dovuto lasciare la città.

I Namahage accettarono la sfida, ma vennero ingannati da un abitante che imitò il canto del gallo e così, convinti di aver fallito, abbandonarono la città.

La tradizione rivive ogni capodanno

Nella tradizione giapponese, sono i giovani uomini del villaggio a indossare le maschere degli Oni (demoni del folklore giapponese) e il mino, i mantelli di paglia dei Namahage.

Durante la notte di Capodanno girano per la città fra le urla, con coltelli e tamburi fra le mani.

Namahage durante il Capodanno 2010, fotografia distribuita su Flickr.com e scattata da kanegen.

Girano di casa in casa, ammonendo le donne e gli uomini ma specialmente terrorizzando i bambini, chiedendo ai genitori se i bambini sono stati buoni (obbedienti) o cattivi (pigri, svogliati).

Spesso hanno con sé un libro dove scrivono il responso per ogni bambino, e una volta fatto questo viene offerto loro del sakè e dei mochi, dolci di riso tradizionali.

Solo una volta ricevute le offerte i Namhage lasciano la casa.
Un rituale che ha lo scopo di spingere i bambini ad obbedire ai genitori, ma anche di monito per le coppie appena sposate, Chiunque sia ad Oga per Capodanno può assistere.

In alternativa, a febbraio al Tempio di Shinzan, sulla cima del monte Shinzan, si tiene il Namahage Sedo Festival, che consiste in tre giorni di feste, rievocazioni e racconti.

Leggi anche: Mitologia dal Mondo I : Il solstizio d’inverno

Potrebbe interessarti anche